Home Su Contatti Sommario Ricerca                                                    

                                                                              Firenze
Home Su Chiesa della Trinitą vecchia S.Giusto alle mura a Firenze Monastero di S. Giovanni alla Calza

 

Home
Su
Cronologia
Giovanni Colombini
I Gesuati
"Beati" Gesuati
Gesuati illustri
Il Corpus Iesuatorum
Bibliografia
Iconografia
650esimo b. Colombini

 

"...E vedendo crescere la fervente compagnia, deliberarono di pigliare de' luoghi; e presono il luogo di san Lionardo nella Marca Trebaria, e il luogo delle Celle a Casteldurante, e il luogo di Cittą di Castello, e il luogo d'Arezzo, e il luogo di Firenze, e il luogo di Pistoia, e il luogo di Lucca, e il luogo di Pisa, e il luogo di santa Maria alla Sambuca, e il luogo di Bologna: e in ciascheduno mandarono padre e rettore dell'anime. A san Lionardo mandarono Giovanni da Terranuova, perchč era desideroso della solitudine: Guasparri dalla Serra mandarono alle Celle sopra Casteldurante: Francesco d'Arezzo al luogo d'Arezzo: Nanni da Sangimignano mandarono a Firenze: Cristofano da Mugello mandarono a Pistoia: a Lucca mandarono Bartolo de' Piccolomini da Siena: a Pisa Bindo suo figliuolo: a santa Maria della Sambuca fu mandato Luca di Laterina: a Bologna Romolo da Firenze: a Cittą di Castello ser Benedetto da Cittą di Castello ".

Cosģ scrive Feo Belcari in parte della vita di alcuni gesuati. Cap. I.

 Fin dal 1400 circa, i Gesuati si insediarono  nel MONASTERO E CHIESA DELLA TRINITĮ VECCHIA.

Poi si trasferirono nel CONVENTO DI S. GIUSTO ALLE MURA

Infine, dopo che venne distrutto nella guerra del 1529, nel MONASTERO DI S. GIOVANNI ALLA CALZA

 

                                            

Home ] Su ] Chiesa della Trinitą vecchia ] S.Giusto alle mura a Firenze ] Monastero di S. Giovanni alla Calza ]

Inviare a prof@francescorossi.it un messaggio di posta elettronica contenente domande o commenti su questo sito Web.
Copyright © 2013 Prof. Francesco Rossi. Stemma dei Gesuati Su concessione del Ministero dei beni e delle attivitą culturali e del turismo. Cl. 28.13.07/11, Prot. 3935 del 20.11.2013
Ultimo aggiornamento: 19-02-17